Questa sezione dedicata a “Istituzioni e Organismi internazionali per lo sport”, contiene una serie di contributi con i quali verranno descritte - sia pure sinteticamente, per economia di spazio- le iniziative e le attività promosse, sostenute e realizzate da Istituzioni ed Organismi che operano a livello intergovernativo e sovranazionale: dall’Organizzazione della Nazioni Unite all’Unione Europea, dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico al Consiglio d’Europa.

CREDITO SPORTIVO: AL VIA LA TERZA MISURA LIQUIDITA’ PER LO SPORT

 

Il 20 agosto 2021 il Credito Sportivo darà il via alla terza misura di finanziamenti agevolati dedicati alla liquidità, un ulteriore importante supporto economico al mondo dello Sport che, a causa del protrarsi della pandemia e dello stato di emergenza, continua a subire un’importante contrazione delle entrate.

 

Il Governo, con il Decreto Sostegni Bis, ha incrementato il Comparto Liquidità del Fondo di Garanzia, di cui all’articolo 14, comma 1, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23, con una dotazione di 30 milioni di euro, mentre il Comparto del Fondo Contributi in conto interessi, di cui all’articolo 14, comma 2, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23, è stato incrementato di 13 milioni di euro.

Continua il percorso ICS al fianco delle Istituzioni, per fornire un sostegno concreto a tutto il mondo sportivo. Con la misura LIQUIDITA’ III, infatti, ICS potrà erogare fino a 225 milioni di euro di finanziamenti a tassi agevolati.

Beneficiari di questa nuova misura, dedicata alle esigenze straordinarie dovute alla crisi COVID-19 così come previsto dal Decreto Sostegni Bis, saranno:

  • Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, iscritte al Registro delle associazioni e
    società sportive dilettantistiche del C.O.N.I. o Sezione parallela CIP

  • società sportive professionistiche impegnate nei campionati nazionali a squadre di discipline olimpiche e paralimpiche, con fatturato derivante da diritti audiovisivi inferiore al 25 per cento del fatturato complessivo relativo al bilancio 2019

  • Federazioni Sportive Nazionali

  • Discipline Sportive Associate

  • Enti di Promozione Sportiva

  • Organismi omologhi alle FSN, DSA

  • Leghe che organizzano campionati nazionali a squadre di discipline olimpiche e paralimpiche.

Dal 20 agosto 2021 quindi si potrà aderire alla misura attraverso il portale dedicato sul sito www.creditosportivo.it.

Immagine 2300.JPG

ISTITUZIONI E ORGANISMI INTERNAZIONALI PER LO SPORT

                                                                                                                                                      di Diego VECCHIATO

 

Con il primo contributo verrà presa in considerazione l’attenzione riservata allo sport dalla Organizzazione delle Nazioni Unite, l’ONU, la più importante delle istituzioni internazionali, creata all’indomani del Secondo Conflitto Mondiale, con l’obiettivo di dare impulso e attuazione al mantenimento e consolidamento della pace e della sicurezza, al rispetto del diritto internazionale, alla protezione dei diritti umani, alla realizzazione di interventi umanitari a seguito di conflitti e catastrofi naturali e alla promozione dello sviluppo sostenibile.

Dalla sua creazione, l’attività dell’Organizzazione delle Nazioni Unite è andata progressivamente e incessantemente estendendosi, in ambito politico, economico, sociale, culturale e ambientale, venendo così anche a riconoscere l’importanza della pratica sportiva e dei valori ed ideali olimpici.

A tale riguardano meritano di essere qui ricordati, in odine cronologico, alcuni importanti Atti adottati dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite:

  • la Risoluzione 48/10 del 25 ottobre 1993, che proclamò il 1994 Anno Internazionale dello Sport e dell’Ideale Olimpico;

  • la Risoluzione 58/5 del 3 novembre 2003, che proclamò il 2005 Anno Internazionale per lo Sport e l’Educazione Fisica, riconoscendo nella pratica sportiva un importante strumento per la promozione dell’educazione e della salute ma anche della pace e dello sviluppo sostenibile;

  • la Risoluzione 60/1 del 16 settembre 2005, con la quale venne riconosciuta l’importanza dello sport per contribuire anche al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio;

  • la Risoluzione 65/1 del 22 settembre 2010, con la quale venne riconosciuto che lo sport – come strumento utile per l’educazione, lo sviluppo e la pace – può contribuire a promuovere la cooperazione, la solidarietà, la tolleranza, la comprensione reciproca, l’inclusione sociale e la salute, a livello locale, nazionale ed internazionale;

  • infine, la Risoluzione 67/296, del 23 agosto 2013, con la quale il 6 aprile di ogni anno è stato proclamato Giorno Internazionale dello Sport per lo Sviluppo e la Pace.

Con la Risoluzione 67/296 il riconoscimento del valore internazionale dello sport per il conseguimento di quelli che sono obiettivi fondamentali dell’Organizzazione delle Nazioni Unite compie un salto di qualità di assoluta rilevanza e a tale riguardo merita di essere evidenziato che, con tale Atto, l’Assemblea Generale della più importante Istituzione mondiale, tra l’altro:

  • ricorda la missione e il ruolo del Comitato Olimpico Internazionale, come definiti nella Carta Olimpica, nel porre lo sport al servizio dell'umanità e nel promuovere una società pacifica e stili di vita sani, associando lo sport alla cultura e all'istruzione e salvaguardando la dignità umana senza alcuna discriminazione;

  • valuta positivamente i partenariati che il Comitato Olimpico ha attivato con diverse entità facenti parte del sistema delle Nazioni Unite, ed in particolare con il Forum internazionale sullo sport, la pace e lo sviluppo, organizzato congiuntamente con l'Ufficio delle Nazioni Unite per lo sport per lo sviluppo e la pace;

  • riconosce il ruolo che il Comitato Paralimpico Internazionale svolge nel diffondere globalmente la conoscenza delle imprese degli atleti con disabilità nell'essere protagonista del cambiamento della percezione sociale dello sport con disabilità;

  • invita gli Stati, il sistema delle Nazioni Unite, le Istituzioni internazionali e le Organizzazioni sportive nazionali e internazionali, nonché gli attori della società civile, sia profit che non-profit, a cooperare per promuovere ogni anno la Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace.

Dalla sia pur breve descrizione degli Atti citati emerge con chiarezza la crescente attenzione riservata allo sport, nelle sue diverse declinazioni – agonistica, educativa, ricreativa - dall’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Ciò in considerazione della vicinanza dei valori dello sport – come limpidamente declarati nella Carta Olimpica – con quelli contenuti nello Statuto delle Nazioni Unite, che ne guidano l’azione nel sempre più articolato e complesso scenario internazionale.

Valori che sono anche quelli del nostro Sodalizio e che in tanti modi concretamente applichiamo, in ambito locale, in tal modo dando attuazione anche alle indicazioni contenute nelle Risoluzioni dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che abbiamo richiamato.

Immagine6.jpg